Banner Top

Finisce oggi, dopo vari rinvii, l’attesa per l’arrivo nelle sale cinematografiche di “Tenet”, il nuovo film rompicapo di Christopher Nolan.

Le sale in Abruzzo.

A “Tenet” tutta l’industria cinematografica affida la speranza del rilancio dopo i lunghi mesi della serrata imposta dal Covid-19. Per lo meno in Europa, negli Stati Uniti l’uscita del film è ancora rimnadata.

 

Noir, fantascienza, spionaggio, thriller e molto altro ancora nell’11esimo lungometraggio del 50enne regista londinese della trilogia del Cavaliere oscuro, di “Inception”, “Interstellar “, “Dunkirk”, solo per restare agli ultimi titoli.

 

Anche in Abruzzo con l’uscita oggi di “Tenet” e di altre novità si va completando la riapertura delle sale, anche se mancano ancora alcuni cinema all’appello e restano in funzione sino a fine agosto le arene che hanno saziato la fame di cinema del pubblico.

 

“Tenet” viene proiettato da oggi al The Space di Montesilvano, all’Arca di Spoltore, al Garden di Guardiagrele, al CiakCity PolyCenter di Rocca San Giovanni, allo Smeraldo di Teramo, all’Universo di Silvi Marina, al Movieplex dell’Aquila, all’Igioland di Corfinio.

 

Preceduto in alcune sale, anche in Abruzzo, da una mini retrospettiva dei film di Christopher Nolan che riflettono sulla dimensione temporale (Inception, Interstellar, Dunkirk), “Tenet” è la proposta forte dei cinema. Si sa poco della trama di questo fanta-thriller spionistico, costato 200 milioni di dollari, girato nel formato Imax tra Stati Uniti, India, Estonia, Norvegia, Danimarca, Inghilterra e Italia, della durata di due ore e mezza. Nonostante i molti rinvii il regista ha voluto che il suo film uscisse solo al cinema, schivando le sirene delle piattaforme, anche per dare sostegno all’industria cinematografica.

 

Il titolo, Tenet, è la parola latina al centro del famoso e misterioso quadrato palindromo formato dalle parole Sator – Arepo – Tenet – Opera –Rotas, quadrato che si legge allo stesso modo da destra a sinistra, da sinistra a destra, dall’alto in basso e viceversa.Tutt’e quattro le parole del quadrato sono presenti nel film, che si apre con un attenttato e rapimento nel teatro dell’Opera.

 

Tenet è l’unica parola, una parola chiave, di cui è armato il protagonista del film, un personaggio senza nome, agente speciale interpretato da John David Washington (visto in “BlacKkKlansman” di Spike Lee), figlio d’arte di Denzel. L’uomo è incaricato insieme a un suo collega (Robert Pattinson) di sventare una terribile minaccia per il mondo, più spaventosa di una terza guerra mondiale. I due dovranno moversi al di là del tempo reale, attraverso un’inversione temporale che potrebbe diventare ancor più pericolosa della minaccia iniziale. Torna dunque l’ossessione di Nolan per la manipolazione del tempo che innervava “Inception”, “Interstellar”, “Dunkirk”: anche questo “Tenet”, avverte il regista, non va capito ma sentito.

Banner Content

Articoli correlati

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario