Banner Top

A Teramo l’astro nascente del violino Gennaro Cardaropoli, in concerto con l’Orchestra sinfonica abruzzese diretta da Nicola Paszkowski.

Vincitore di prestigiosissimi premi, il 22enne violinista campano Gennaro Cardaropoli ha già calcato il palco dei templi mondiali della musica, dalla Canagie Hall di New York al Musikverein di Vienna. Con l’Osa diretta dal maestro Nicola Paszkowski eseguirà a Teramo l’impegnativo Primo Concerto per violino e orchestra op. 26 di Max Bruch.

 

Il concerto, per la 40esima stagione della Società Primo Riccitelli, è in scaletta domenica 17 febbraio nell’aula magna del convitto Melchiorre Delfico, con inizio alle ore 18. L’esibizione teramana segue i concerti di Osa e Cardaropoli ad Ascoli Piceno (venerdì 15) e L’Aquila (sabato 16).

 

Dedicato al Romanticismo tedesco il programma: il Primo Concerto per violino e orchestra op. 26 di Max Bruch, opera immortale di straordinaria intensità emotiva, coinvolgente per la sua carica di spiritualità e passione, ormai  stabilmente presente nel repertorio dei grandi violinisti; la Terza Sinfonia “Scozzese” di Mendelssohn, concepita dal compositore di Amburgo durante un viaggio in Scozia, opera romantica influenzata dall’epica scozzese e poi modello per le creazioni future.

 

 

Gennaro Cardaropoli, classe 1997, è un vanto della classica italiana: vincitore di diversi premi internazionali, dopo aver calcato i palcoscenici più importanti del mondo – Auditorio Nacional de Música di Madrid, Barocco Hall di Stoccolma, Ekaterinburg Opera House, Carnegie Hall di New York -, il 22 settembre 2016 si è esibito da solista alla Metallener Saal Musikverein di Vienna. Suona un violino Guadagnini del 1783 e utilizza un Arco W. E. Hill appartenuto a Franco Gulli per gentile concessione della Fondazione Pro-Canale di Milano.

 

Sul podio Nicola Paszkowski, bacchetta di sensibilità ed esperienza che, oltre ad aver diretto le maggiori compagini orchestrali d’Italia, è stato per 12 anni direttore preparatore dell’Orchestra giovanile italiana, ideata da Piero Farulli all’interno della Scuola di musica di Fiesole, ed è stato poi chiamato da Riccardo Muti nel 2009 a dirigere dirige l’Orchestra giovanile “L. Cherubini”.

 

Il direttore artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, il maestro Ettore Pellegrino: «È grazie alla sensibilità della Fondazione Pro-Canale diretta da Francesca Peterlongo, alla quale va uno speciale ringraziamento, che abbiamo potuto ingaggiare Gennaro Cardaropoli, che interpreterà uno dei pezzi fondamentali per ogni violinista come il Primo Concerto per violino op. 26 di Bruch. Siamo sicuri che la sua presenza come ospite dell’Osa, diretta in questa produzione dall’ottimo Nicola Paszkowski, nostro direttore principale, sarà una grande opportunità di ascolto per il pubblico».

 

Info: 0861243777, www.primoriccitelli.it

Banner Content

Articoli correlati

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario