Banner Top

La 41ª  Stagione della Riccitelli ospita il pianista Michele Campanella e I Solisti Aquilani al teatro Comunale di Teramo.

 

Terzo appuntamento della 41ª  Stagione dei Concerti 2019-20 della Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli”.

 

Lunedì 4 novembre, con inizio alle ore 21, al teatro Comunale di Teramo concerto di Michele Campanella al pianoforte e I Solisti Aquilani.

In programma brani di particolare fascino e attrattiva: il Concerto n. 13 K 415 per pianoforte e orchestra d’archi di Mozart e il Quintetto per pianoforte e archi di Cesar Franck.

 

Michele Campanella, napoletano di spirito, di famiglia, di scuola, non è solo un grandissimo pianista ma anche uomo di straordinaria cultura, originale e umanamente sorprendente.

 

Studioso ed esperto di Franz Liszt, di cui viene considerato specialista, anche se non ama questa etichetta, ne prende a prestito una citazione che esprime e riassume la sua più profonda essenza: «Tutto quello che si può fare è camminare diritto in tutta semplicità senza tanto spiegare agli altri il come e il perché…».

 

Appassionato di libri e dell’arte in generale, innamorato della sua famiglia, Michele Campanella è anche un grande camminatore e amante della natura.

Insieme al maestro Campanella sul palcoscenico del teatro Comunale ci sarà la compagine de I Solisti Aquilani, storica e prestigiosa istituzione fondata nel 1968.

 

Daniele Orlando è il violino di spalla.

 

I Solisti sono reduci da tournées in Italia, Africa, America, Europa, Medio ed Estremo Oriente, ospiti delle più prestigiose istituzioni musicali e sale da concerto.

 

La formazione aquilana ha suonato in tutto il mondo e ha collaborato con tutti i grandi musicisti, protagonisti del concertismo internazionale.

L’elenco è sterminato: Maurice André, Felix Ayo, Paul Badura Skoda, Hermann Baumann, Franco Mannino, Renato Bruson, Cecilia Gasdia, Severino Gazzelloni, David Geringas, Ilya Gruber, Vincenzo Mariozzi, Stefan Milenkovic, Massimo Quarta, Jean Pierre Rampal, Uto Ughi, Federico Maria Sardelli, Ottavio Dantone.

 

Negli ultimi anni hanno suonato, sconfinando anche nel jazz e nel crossover, con Roberto Prosseda, Giuseppe Albanese, Gabriele Pieranunzi, Ramin Bahrami, Dee Dee Bridgewater, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Bruno Canino, Salvatore Accardo, Umberto Clerici,  Luis Bacalov, Andrea Griminelli, Sonig Tchakerian, Giovanni Sollima (col quale hanno eseguito a Teramo un paio di stagioni fa un esaltante concerto in cui hanno proposto perfino i Nirvana), Alessandro Carbonare, Alessio Allegrini, Ilia Kim (eccellente interprete, il 21 ottobre scorso, del secondo appuntamento della stagione Riccitelli), Evelyn Glennie, Mischa Maisky, Vladimir Ashkenazy, Sergei Nakariakov, Marco Angius, Mario Brunello, Anna Tifu, Shlomo Mintz, Egberto Gismonti.

 

Hanno inoltre realizzato importanti progetti con Peter Eötvös, Lars Thoresen, Carla Fracci, Paolo Mieli, Piergiorgio Odifreddi, Walter Veltroni, John Malkovich.

 

Banner Content

Articoli correlati

0 Commenti

Lascia un commento

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario