Banner Top

Al teatro Comunale di Atri Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni con lo spettacolo “A testa in giù”, martedì 29 gennaio.

A testa in giù è in scena martedì 29 gennaio, alle ore 21, al teatro Comunale di Atri per il secondo appuntamento della stagione di prosa 2018-19, curata dal direttore artistico Pino Strabioli.

 

Commedia intelligente, scritta dal 39enne drammaturgo parigino Florian Zeller, “A testa in giù” trasforma uno spunto ordinario – un uomo lascia la moglie per una donna più giovane – in una storia in grado di far riflettere. Sul palco due attori amati dal pubblico, Paola Minaccioni e Emilio Solfrizzi, affiancati dagli altrettanto bravi Bruno Armando e Viviana Altieri: insieme danno vita a due coppie irresistibili, per la regia di Giole Dix.

 

L’originalità dello spettacolo sta nel fatto che il pubblico ne sa più dei personaggi, testimone dei loro pensieri grazie a un gioco narrativo in cui gli attori svelano, con la tecnica del doppio linguaggio, una verità comica, crudele e a tratti patetica.

 

Il terzo spettacolo della stagione atriana, in scena il 17 febbraio, vede protagonista il direttore artistico del Comunale Pino Strabioli, che propone Cavoli a merenda, con musica dal vivo, ombre e burattini, per un pubblico di tutte le età. Lo spettacolo è un omaggio a Sergio Tofano, figura centrale nella storia del teatro italiano, attore brillante, illustratore, autore, regista, pittore, inventore del mitico Signor Bonaventura.

Il 3 marzo saranno al Comunale Luca Barbareschi e Lunetta Savino, protagonisti insieme ad altri attori de Il penitente di David Mamet, tragedia moderna che racconta un dilemma morale, la gogna mediatica e giudiziaria fino al colpo di scena finale.

Il 30 marzo sarà la volta della commedia Viktor und Viktoria con Veronica Pivetti, Giorgio Lupano e Giorgio Borghetti, ispirata, più che al famosissimo remake americano di Blake Edwards del 1982, all’originale film tedesco di Reinhold Schünzel del 1933. Quando la crisi colpisce, anche gli artisti devono aguzzare l’ingegno, ecco allora che Viktoria, talentosa cantante disoccupata e squattrinata, si finge Viktor e conquista le platee, ma il suo fascino androgino scatenerà curiosità e sospetti.

Indaga sulle difficoltà del vivere la pièce Per strada con Francesco Brandi (anche autore del testo) e Francesco Sferrazza Papa, in scena il 13 aprile, un affresco tragicomico dei trentenni di oggi.

 

Ultimo appuntamento è quello con Luca Argentero in scena il 5 maggio con È questa la vita che sognavo da bambino?.

 

 «Dopo il successo del primo appuntamento della stagione, con Monica Guerritore e la sua Giovanna D’Arco”, che il 7 dicembre ha fatto il sold out in teatro, c’è attesa anche per questo secondo spettacolo della stagione, con attori amati dal pubblico e un testo davvero valido» dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Atri Domenico Felicione «Ringrazio il direttore artistico Pino Strabioli per il grande impegno e la Fondazione Tercas per il prezioso supporto».

 

Apertura botteghino alle ore 19.

Informazioni: 0858797120,  3281953846.

 

Banner Content

Articoli correlati

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario